Storie di clienti

Alla Guida del Futuro, Oggi

Programma un test drive Zero emissioni. Zero compromessi.

La prima reazione, anni fa, è stata di sorpresa: come fa una piccola casa automobilistica dal nome tanto semplice e importante, Tesla, a costruire una roadster sportiva elettrica con 250 chilometri di autonomia e accelerazioni brucianti quando le auto elettriche dovrebbero essere piccole e da città? Mah... passano molti mesi, mi sono dimenticato della startup californiana, ma un amico che conosce la mia passione per la tecnologia, mi stuzzica: “sai che vicino a San Francisco producono una supercar elettrica che ha 500 chilometri di autonomia?” Cinque minuti dopo cerco Tesla Motors su internet e scopro un mondo a cavallo tra fantascienza, hitech e passione pura: un'auto comoda, ultra sportiva, capiente che fa precipitare i veicoli endotermici nel passato; clienti affezionati che percorrono centinaia di chilometri ogni giorno senza gas dal tubo di scappamento; un patron visionario che, oltre alle auto, spazia tra treni in capsula, razzi e energia fotovoltaica.

7 mesi, 30.000km e €0 in carburanti fossili

Dopo sei mesi firmo virtualmente il contratto di acquisto su internet per una Model S e nell'arco di quattro mesi sono al volante di una scintillante 85D. Ogni fine settimana percorro oltre 700 chilometri facendo spola tra Milano e Certaldo (Firenze), abbiamo con mia moglie un piccolo albergo a minimo impatto ambientale nelle colline del Chianti (il Paluffo che è destination charging Tesla), e così settimana dopo settimana, macino autostrada; parto per la prima trasferta un po' guardingo, non più di 120 all'ora e accelerazioni di velluto, ma, quando arrivo al Supercharger di Modena mi accorgo che potrei fare tutti i 350 chilometri sino alla meta con una singola carica... Mi fermo comunque perché sono curioso di vedere come funziona un Supercharger, collego la spina e vado al bar per un caffè; quando poco dopo risalgo in auto come per magia la batteria è di nuovo al 90%.... Da quel giorno in sette mesi ho percorso oltre 30.000 chilometri, sono arrivato in giornata a Londra da Milano, in autostrada imposto l'auto pilota alla velocità consentita e mi rilasso lasciando a bocca aperta le persone con cui condivido il viaggio con il car sharing e... non ho più speso un centesimo in carburanti fossili.

I vantaggi di guida della Model S

A Milano le colonnine della locale azienda energetica a2a in circa tre ore mi permettono una ricarica completa (con 5 euro/mese) e se ho fretta posso sfruttare la carica veloce ChaDeMo che si sta diffondendo in città con Spin8; al Paluffo ricarico con l'energia della stazione fotovoltaica del nostro ecolodge. In giro per l'Europa, nord e centro Italia compresa, sfrutto la rete di Supercharger Tesla dislocata ogni 200 chilometri circa in modo strategico. E' sufficiente un minimo di programmazione del viaggio: il computer di bordo suggerisce il percorso di viaggio sulla base dei punti di ricarica disponibili (se è necessaria una ricarica!) e prevede con grande precisione l'autonomia in base allo stile di guida e alle condizioni di traffico, in questo modo la possibilità di rimanere a pile scariche è annullata e se poi devo fare un viaggio lungo in zone non ancora servite dai Supercharger prendo il treno o l'aereo.... come ho sempre fatto!

Oltre al risparmio economico e al ridotto impatto ambientale, con la Model S ho scoperto un nuovo modo di viaggiare con meno stress usando il pedale dell'acceleratore anche per frenare progressivamente, con il freno oramai intervengo solo in casi di bruschi rallentamenti. Sui percorsi misti le prestazioni sono entusiasmanti per la risposta immediata alle accelerazioni e la precisione dello sterzo, il baricentro molto basso poi garantisce una tenuta di strada “sui binari” con ridottissimo rollio e... che soddisfazione lasciare al palo in accelerazione tante blasonate supercar!

Un altro vantaggio meno appariscente è la app che consente, tra le altre cose, il pre-condizionamento dell'interno auto, prezioso d'estate per non entrare in un forno e d'inverno per sbrinare i vetri e viaggiare al caldino da subito...

Il futuro è qui

A chi mi dice “complimenti, ma dobbiamo lasciare passare ancora qualche anno prima di arrivare all'auto elettrica” io rispondo che con Tesla il futuro è oggi: Tesla dimostra che progettando con mente aperta, sfruttando appieno le tecnologie che oggi sono disponibili e volendo fare vera innovazione, viaggiare elettricamente senza limiti a impatto ridotto e senza gas di scarico è una realtà.

Condividi