Scegliere l'elettrico al 100%

Molti proprietari di Roadster Tesla hanno avuto quella come prima auto elettrica, ma poi, dopo essere stati catturati dal fascino dell'accelerazione e dell'autonomia di lunga durata, non hanno potuto fare a meno di comprare una Model S. Io ho fatto esattamente il contrario.

Fin da quando ho acquistato una Model S 85 kWh nel dicembre 2013, ho voluto passare all'elettrico al 100 per cento. Il piacere di guidare una vettura progettata in modo superbo, unita alla praticità di “fare il pieno” durante la notte, mi hanno fatto capire subito che non avrei più comprato un'auto convenzionale. Tuttavia non potevo permettermi una seconda Model S, sia per lo scarso spazio in garage, sia per il budget ristretto.

Durante lo scorso anno, altre case automobilistiche hanno lanciato nuovi veicoli elettrici, ma mi hanno costantemente deluso a causa dell'autonomia inadeguata e/o per il loro design piuttosto eccentrico. Model S è un'auto straordinaria in ogni aspetto, tanto che spendere soldi per un veicolo elettrico con meno di 160 chilometri di autonomia mi sembrava uno spreco. Ero completamente viziato: soltanto un'altra Tesla poteva andarmi bene, ma non volevo aspettare tre anni per la  Tesla Model 3.

Continuavo a ripetermi “Se solo potessi permettermi una Roadster...” Alla fine, dopo mesi di ricerca, non solo riuscii a trovarne una che potevo permettermi, ma - condizione altrettanto importante - una di un colore che piacesse a mia moglie Rosemary. Rosemary diede la sua approvazione a una Roadster 1.5 “molto arancione” con soli 19mila chilometri che era in vendita presso un concessionario BMW a Sarasota, in Florida (immagino che fosse il risultato di una permuta). Il proprietario precedente l'aveva tenuta in un garage climatizzato con il resto delle auto della sua collezione, quindi era in condizioni impeccabili.

Non potevo comprarla senza vederla, ma non volevo neppure volare fino in Florida per ispezionarla. Così pubblicai un messaggio sul forum Tesla Motor Club, chiedendo se qualche proprietario di Tesla della zona potesse andare a dare un'occhiata alla vettura al posto mio. In meno di due ore un proprietario di una Roadster e di una Model S, nonché moderatore del forum, Nigel Mould, rispose al mio messaggio, dicendo che sarebbe stato lieto di aiutarmi. Nelle due settimane successive Nigel visitò due volte il concessionario, non solo per ispezionare l'auto, ma anche per provarla. Alla fine mi diede un ok senza dubbi da parte sua. 

Poche settimane dopo la Roadster era a casa mia, a fare compagnia alla nostra Model S. Mia moglie la battezzò immediatamente “Orange Crush”. Adesso la usiamo tutti i giorni. Adoro saltarci dentro e premere il pedale “avanti”: fare il pendolare non è mai stato così divertente. E non dovrò ricordarmi più di passare a far benzina. Mai più.

Condividi