La missione di Tesla consiste nell'accelerare la transizione a un mondo di fonti di energia sostenibili. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo produrre veicoli elettrici in volume sufficiente da spingere al cambiamento l'industria automobilistica. Con un ritmo di produzione previsto di 500 000 vetture all'anno nella seconda metà di questo decennio, Tesla da sola richiederà tutta l'attuale produzione mondiale di batterie agli ioni di litio. Tesla Gigafactory è nata da questa necessità. Fornirà le batterie sufficienti a soddisfare la domanda dei veicoli previsti.

Costruzione della Gigafactory, 4 novembre 2014
Costruzione della Gigafactory, 4 novembre 2014

Tesla ha aperto la Gigafactory nel giugno 2014 poco lontano da Sparks, in Nevada. Ci aspettiamo di iniziare la produzione di batterie entro la fine di quest'anno. Nel 2018 la Gigafactory raggiungerà piena capacità, producendo annualmente più batterie agli ioni di litio di quante ne sono state prodotte nel mondo nel 2013.

In collaborazione con Panasonic e altri partner strategici, la Gigafactory produrrà batterie a costi molto inferiori grazie all'economia di scala, alla produzione innovativa, alla riduzione degli sprechi e alla semplice ottimizzazione costituita dall'ubicare la maggior parte del processo di produzione sotto un unico tetto.Ci aspettiamo di ridurre il costo per kilowattora (kWh) del nostro pacchetto batteria di oltre il 30 per cento.La Gigafactory verrà alimentata da fonti di energia rinnovabili, allo scopo di raggiungere un'energia netta pari a zero.

Il nome Gigafactory deriva dalla capacità annuale di produzione delle batterie della fabbrica, prevista in 35 gigawattora (GWh). “Giga” è l'unità di misura che rappresenta il miliardo. Un GWh equivale a generare (o consumare) un miliardo di watt per un'ora, un milione di volte un kWh.

Annuncio Gigafactory a Carson City, in Nevada, il 4 settembre 2014