Richiamo per il bullone del motorino del servosterzo della Model S

Pubblicato il 29 marzo 2018
Modificato il 5 febbraio 2020

Per garantire la sicurezza dei clienti, Tesla aggiornerà un componente del servosterzo di tutte le Model S prodotte prima di aprile 2016. Non si sono verificati incidenti o lesioni a causa di questo componente, nonostante nel tempo si siano accumulati oltre un miliardo di chilometri di guida.

È stata osservata eccessiva corrosione dei bulloni del servosterzo, sebbene solo in aree con clima freddo, in particolare in quelle in cui si utilizza di frequente sale per disgelo con calcio o magnesio anziché con cloruro di sodio (sale da cucina). Ciononostante, Tesla prevede di sostituire tutti i bulloni del servosterzo di tutti i primi modelli di Model S in tutto il mondo tenendo in conto l’eventualità che la vettura possa essere successivamente utilizzata in un ambiente altamente corrosivo.

In caso di problemi ai bulloni, il conducente può ancora sterzare, ma è necessaria una forza maggiore a causa della perdita o riduzione dell'assistenza. Questo rende la vettura più dura durante la guida a basse velocità e per il parcheggio in parallelo, ma non influisce sostanzialmente sul controllo ad alta velocità, dove è richiesta solo una forza limitata sul volante.

Se possiedi una Model S soggetta a questo richiamo volontario, al momento non ci sono azioni immediate da intraprendere e puoi continuare a guidare il veicolo. Tesla ti contatterà per fissare un appuntamento quando le parti saranno disponibili nella tua regione. La riparazione richiederà circa un'ora.

Grazie di essere un cliente Tesla e ci scusiamo per l'inconveniente. In caso di domande, non esitare a contattarci.

Condividi